Temptation Island: perchè a noi piace sognare!!!

 

Divano pronto, pizza ordinata, birretta in frigo, marito avvisato.

Stasera, Canale 5, ore 21.10, c’è l’ultima puntata di Temptation Island e io…sono pronta!!!

Davvero? Guardi quella robaccia?

Hai ragione, non dovrei.

Certo che non dovresti. Meglio un buon libro che quel trash all’italiana. Per colpa loro le donne stanno perdendo ogni dignità!

Dovremmo boicottarli, in effetti. Premere il pulsantino rosso sul telecomando e gustarci un bel librone pesante e pieno di paroloni, ma c’è il riassunto delle puntate precedenti, poi la sigla e… proprio non ce la faccio a staccarmi da qui. Spiare gli altri è la passione delle donne, inutile discutere. La curiosità fa parte del nostro del DNA, dateci qualcuno rinchiuso in una casa, cercate una moglie al contadino, regalate un trono a un bel ragazzo, fate litigare gli Amici di Maria (che tutto sono tranne che amici), ma soprattutto, separate le coppie e tentatele con ogni mezzo, noi saremo lì, pronte a curiosare, a commentare, a giudicare.

Su “Lenticchio“, lo ammetto, anche io ho avuto un attimo di cedimento e mi sono detta: “No, non posso continuare”. Poi, però, c’è stato il falò di Ruben e Francesca e lì  il coro da stadio è stato inevitabile. Finalmente la rivincita degli onesti, la vittoria dei buoni. Con i social abbiamo fatto sentire la nostra voce come in un derby Roma- Lazio, unica differenza è che tutti tifavamo per la stessa squadra. Anche tu, amica intellettuale, non hai potuto fare a meno di andare a vedere cosa stava succedendo, hai mollato il libro di Kafka e hai acceso la TV. Ed eccola lì, Francesca, umiliata, piegata, finalmente in lacrime, come la volevamo noi.

Ma poverina!

Poverina?!

No, per niente. Perchè non abbiamo pietà per nessuno. La vita ci mette costantemente di fronte a compromessi, dobbiamo spesso fare buon viso a cattivo gioco, ma qui, davanti allo schermo, possiamo, finalmente, far uscire la nostra vera natura: o bianco o nero, o giusto o sbagliato, o dentro o fuori.

Ecco perchè il riavvicinamento di Nicola e Sara proprio non l’abbiamo digerito. Hai sbagliato, mi hai mortificata, quindi paghi, senza appello, senza sconto di pena. Il bello di questi programmi è proprio qui, lasciateci almeno sognare che sia tutto così chiaro e semplice.

Dopo 21 giorni siamo arrivati all’epilogo tanto atteso e siamo pronte al lancio dei cuscini, solo perchè il telecomando si rompe, altrimenti…  Il desiderio è per tutte le stesso, la separazione definitiva di tutte le coppie. Non è perchè siamo cattive, ma solo oneste e, a ben vedere, nessuno di loro merita di rimanere insieme. Purtroppo, già sappiamo che le nostre aspettative saranno deluse e siamo pronte a sbuffare per le reazioni che, nel nostro quotidiano, ci apparterrebbero pure, ma che non possono di certo permettersi loro, quelli della televisione. Del resto, come potete sperare in un futuro di coppia sereno con questi presupposti?

Alessio si ricorda a tratti di essere innamorato, l’oscar per l’incoerenza è tutto suo. Francesco, è inutile che ora piangi e ti penti. Sì, è rimasta sola a parlare bene di te, ma ricorda, le parole hanno un peso e le tue sono state un macigno. Antonio, giorni di noia, buio totale, qua e là qualche parolina di troppo da parte di Veronica, avevamo quasi perso le speranze e invece…ma c’è andato a letto o no con Jessica? Io dico di si.

Anche io!

Bene, vedo che ti sei appassionata anche tu, non ci resta che gustarci la serata, poi guardare il nostro uomo, ormai beatamente addormentato sul divano e chiederci: “E lui che combinerebbe?”

Beh, cosa farebbe lui proprio non lo so, ma io, personalmente, mi godrei la vacanza: finalmente mare, finalmente relax!!!

 

5 pensieri riguardo “Temptation Island: perchè a noi piace sognare!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *